Il laboratorio d’improvvisazione è tenuto da Samuele Garofoli, la lezioni sarà collettiva e si approfondiranno nozioni teoriche ma soprattutto pratiche.

Un approccio ormai collaudato in anni di didattica, permette di avvicinare l’improvvisazione in modo progressivo e chiaro, toccando tutti gli aspetti del far musica.

Non sono richieste particolari doti tecniche, il laboratorio è pensato soprattutto per chi vuole capire meglio la musica di oggi e avere gli strumenti per divertirsi con gli altri.

Partendo dal presupposto che la capacità di improvvisare o creare estemporaneamente musica è essenzialmente un atteggiamento mentale, la lezione mira innanzitutto a eliminare tutte quelle resistenze che impediscono la completa libertà ed espressione, poi introduce gradualmente elementi teorici e di linguaggio che permettono di affrontare i più diversi repertori con cognizione e padronanza.

Ottimo per musicisti che vengono da percorsi classici o bandistici di qualsiasi livello di preparazione o come complemento per coloro che frequentano lezioni individuali di qualsiasi strumento.

Quote:

Iscritti Opus 1 frequenza gratuita

Esterni 25 € + 20 € iscrizione associazione

Massimo Morganti

Si diploma in Trombone, Strumentazione per Banda e Composizione al Conservatorio di Musica “G. Rossini” di Pesaro.

Prosegue gli studi al Berklee College di Boston (grazie a una borsa di studio vinta ai seminari di Umbria Jazz 1997) con Phil Wilson, Jeff Galindo, Hal Crook e Gorge Garzone

La sua attivita’ concertistica, che va dalle piccole formazioni alle grandi orchestre, lo porta a collaborare con importanti musicisti del panorama Jazz Italiano e internazionale: Kenny Wheeler, Bob Brookmeyer, Bob Mintzer, Mike Stern, Greg Hopkins, Paul Mc Candless, WDR Big Band, Fabio Zeppetella, Ramberto Ciammarughi, Massimo Manzi, Paolo Damiani, Marco Tamburini, Fabrizio Bosso, Cristina Zavalloni e molti altri.

Ha all’ attivo oltre trenta incisioni come sideman e co- leader.

Nel 2001 fonda la “COLOURS JAZZ ORCHESTRA” di cui e’ il direttore, con la quale incide due dischi, il primo “Nineteen Plus One” con Kenny Wheeler e il più recente “Quando m’ innamoro”…in Jazz, su musiche di Roberto Livraghi

9 Marzo 2019
  • 0
Category: Uncategorized

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *